449463592

Come per la scuola e le famiglie, anche per gli studenti le regole per una corretta vita scolastica sono contenute nel Patto di Corresponsabilità e si basano sullo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (GU Serie Generale n.293 del 18-12-2007).

A cosa si impegnano gli studenti firmando il "patto di corresponsabilità"? In modo coerente con gli impegni che Scuola e genitori si assumono, anche gli studenti si impegnano a seguire le regole dell'Istituto in materia di comportamenti fuori e dentro alla classe. Il linguaggio di solito è molto burocratico e si parla di "sanzione" e "infrazioni", ma - bisogna riconoscerlo - sempre con una attenzione pedagogica: il fine è quello di assicurare il rispetto di comportamenti funzionali al corretto svolgimento dei rapporti all'interno della comunità scolastica.

LE REGOLE OGGI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS...

Oggi con l'emergenza della pandemia, gli studenti firmando il Patto di Corresponsabilità si assumono la responsabilità di rispettare anche tutte le regole necessarie per affrontare il Coronavirus: si impegnano a rispettare le distanze di sicurezza, a indossare i dispositivi di protezione (se a scuola), ad accettare le procedure di controllo, prevenzione e azione per arginare la diffusione del virus.
Nel caso di "lezione a distanza" occorre siano adottare alcune responsabilità ben riassunte dal decalogo "Il Galateo della DaD e della DDI", contenuto sviluppato dal docente e formatore ligure Andrea Cartotto. Da soli nello spazio di studio casalingo, gli studenti vengono richiamati a regole da seguire per assicurare decoro, attenzione, proattività.

LA SFIDA

Ma qual è la sfida, a sentire i tanti docenti che nelle piazze virtuali italiane e internazionali si confrontano sul tema delle regole da far seguire agli studenti oggi al tempo del Covid? La sfida è riuscire a coinvolgere gli studenti stessi a definire le regole da seguire, perché soli dietro allo schermo e dovendo affrontare criticità nuove dovranno credere nelle regole della scuola, farle proprie, seguirle per vocazione e non per timore delle "sanzioni".

Come fare? Di seguito una strategia in quattro passi, sintetizzata nell'infografica in fondo alla pagina.

PRIMO PASSO Brainstorming per sviluppare insieme le regole. La prima sfida è terminologica: le regole non si devono "far seguire", ma sviluppare insieme agli studenti. Non sarà tempo perso (si potrebbe inserire come lezione all'interno della nuova disciplina "Educazione civica") avviare un brainstorming con gli studenti stessi, forzando la partecipazione di tutti: piccoli gruppi, coppie in casi di presenza di studenti BES, che propongono le proprie "regole". Su una lavagna condivisa, in un documento di testo condiviso, nello stream di piattaforma e-learning, tutti scrivono almeno due regole: le più importanti per loro.

SECONDO PASSO Scrivere le regole. Gli studenti saranno molto specifici: ad esempio diranno "non si parla sopra al docente", "non si parla sopra agli altri compagni", "quando si entra nella videoconferenza in ritardo si sta zitti". Sarà il docente che stimolerà il gruppo a rendere più generali le regole: "si rispetta la presa di turno usando la chat per prenotarsi e parlare". Il risultato sarà quello di avere poche regole, a facili da ricordare. Il docente guiderà gli studenti a scegliere solo quelle funzionali a favorire l'apprendimento e rendere "ordinato" l'ambiente "digitale" in cui gli studenti vivono. Si creerà un elenco e... si vota. Perché non usare la funzione di votazione di Padlet (nelle Impostazioni, si sceglie la funzione Reazioni)?

TERZO PASSO Condividere. Si crea insieme un documento di testo, una presentazione, una infografica, un video come Out of Covid dell'IC Rapallo... e si pubblica, ovunque: nella classe virtuale, si stampa e si appende nella classe fisica, si invia alle famiglie per la stampa e l'affissione a casa. Potrà diventare un motivo di confronto, approfondimento con i genitori che potranno scoprire ancora di più i bisogni dei loro figli, cosa pensano e sentono in un momento dove la Didattica Digitale non è una scelta, ma una necessità a seguito di una situazione difficile, stressante,...

QUARTO PASSO Ripetere, aggiornare... All'inizio delle lezioni a distanza si potrebbe fare un "ripasso" delle regole, che si potrebbero possono inserire nelle consegne di attività per gli studenti. Ogni occasione sarà colta per approfondire il senso e il valore di quanto deciso insieme. E se una regola risultasse troppo spesso infranta? Sarà occasione di riflettere insieme: potrebbe esser venuta l'ora di riscriverla!

torna all'inizio del contenuto