Seguici su:

876882606

eTwinning è un'opportunità per i docenti liguri per confrontarsi, collaborare, aggiornarsi in un'atmosfera internazionale

Oltre 1700 in Liguria, 75.000 in Italia e più di 720.000 in Europa. Sono i numeri dei tanti docenti, dirigenti scolastici, bibliotecari, consulenti, educatori iscritti al programma eTwinning, che promuove una consolidata collaborazione tra scuole europee. 

Nato nel 2005 come principale azione del Programma eLearning della Commissione europea, a partire dal 2014 eTwinning è stato integrato con successo in Erasmus+, il Programma europeo per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport. Tutto questo ha permesso di portare un po' di Liguria in Europa e un po' di Europa in Liguria: saper interagire con coetanei stranieri lavorando online, magari usando l'inglese o altre lingue veicolari, per i nostri giovani liguri è importante perchè può aiutarli a essere più competitivi nel mondo del lavoro e a vivere esperienze professionali a carattere internazionale.

Attraverso l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) eTwinning offre supporto, strumenti, servizi e opportunità gratuite di crescita professionale online per i docenti. Si tratta di un ottimo esempio di didattica per progetti in un contesto internazionale e rende possibili scambi e gemellaggi virtuali tra scuole di Paesi differenti, che collaborano su vari temi, favorendo anche il CLIL (Content and Language Integrated Learning): l'apprendimento integrato di contenuti disciplinari veicolati in lingua straniera. 

Nella nostra regione sono otto le docenti ambasciatrici che hanno il compito di disseminare il progetto e le sue possibilità, mettendosi a disposizione dei colleghi per accompagnarli in questa esperienza. Per gli incontri sul territorio, in presenza e online, la comunicazione avviene tramite il sito dell'USR(Ufficio Scolastico Regionale).  

Registrandosi sul sito di eTwinning e aderendo al programma le scuole dei Paesi partecipanti possono usufruire di una piattaforma a disposizione del personale scolastico coinvolto nell'attività eTwinning per comunicare, collaborare, condividere idee e sviluppare progetti.

Per approfondire la conoscenza sulla piattaforma abbiamo rivolto alcune domande a Enrica Maragliano, ambasciatrice "esperta" di eTwinning e una dei mentor delle Comunità di Pratica di Scuola Digitale Liguria, dove porta il valore dell'esperienza ligure e un respiro international!

La parola a Enrica Maragliano, ambasciatrice eTwinning

Qual è l’obiettivo di eTwinning?
Uno degli obiettivi principali di eTwinning è modernizzare l’istruzione attraverso l’innovazione didattica a carattere internazionale. Per ottenere questo è necessario anche il diretto coinvolgimento degli alunni: è infatti uno degli aspetti salienti dell’azione che promuove una didattica basata sulla progettualità, lo scambio e la collaborazione fra docenti e studenti, in un contesto multiculturale decisamente molto stimolante.

Come può essere attivato un progetto eTwinning?
Un progetto eTwinning si può attivare tra almeno due insegnanti di scuole facenti parte di Paesi che aderiscono all'iniziativa, segnalati sulla mappa dei Paesi eTwinning. Partecipare al programma permette anche di coinvolgere tutta la scuola in un progetto per condividere idee e metodologie sperimentando così nuove forme d’insegnamento in un contesto internazionale e multiculturale.

Perché conviene partecipare a eTwinning?
Perché aiuta la collaborazione tra insegnanti, studenti, scuole, genitori e autorità locali, permette di  rafforzare le proprie competenze e di crescere professionalmente prendendo parte agli eventi organizzati: eTwinning apre un mondo di opportunità di formazione continua, grazie allo scambio di buone pratiche, la partecipazione a seminari, workshop, webinar, learning event e conferenze. 

Come viene certificato una buona attività a scuola da eTwinning? Come si ottengono questi riconoscimenti?
La certificazione per i progetti di qualità viene rilasciata a un singolo docente che presenta la candidatura, non a una scuola. Se più docenti hanno lavorato al progetto è bene che ciascuno di loro presenti, di solito entro il 30 giugno, la propria candidatura, specificando gli aspetti salienti del progetto dal suo punto di vista: questo è utile al valutatore a comprendere l'impatto che il progetto ha avuto sulla classe, sui docenti e più in generale sulla comunità scolastica. Quando si presenta la candidatura per ottenere la certificazione di qualità è consigliabile autovalutare a priori il proprio progetto usando la check list proposta dall'agenzia nazionale: questo permette di capire a priori se il progetto rispetta i requisiti minimi richiesti in termini di  innovazione pedagogica, integrazione curricolare, comunicazione, collaborazione, uso delle TIC, risultati, impatto e documentazione. Se il progetto raggiunge questi standard può ottenere, oltre alla certificazione di qualità nazionale, anche quella europea e, quando il livello raggiunto è eccellente, può ottenere il premio nazionale o addirittura quello europeo. Ottenere certificazioni di qualità è uno dei requisiti che una scuola deve raggiungere per avere il riconoscimento di scuola eTwinning.

Cosa significa essere una scuola eTwinning?
Questo riconoscimento permette di dare visibilità all'attività europea della scuola sul piano locale, regionale e nazionale, di riconoscere il lavoro dei docenti coinvolti nelle attività eTwinning all'interno del singolo istituto e di definire modelli scolastici di riferimento non solo per altre scuole, ma anche per le autorità scolastiche regionali e nazionali. Uno degli aspetti che si tengono in considerazione per assegnare questo riconoscimento è quello di garantire elevati standard di sicurezza informatica, ad esempio formando e sensibilizzando su questi temi gli studenti e le loro famiglie.

Ci sono tematiche prevalenti affrontate nei progetti?
No, non esiste una tematica principale: un progetto nasce nel momento in cui un docente ha un’idea valida e la definisce con i partner delle altre scuole europee. Anche se eTwinning, a differenza ad esempio di Erasmus+, non richiede molta burocrazia, è davvero importante che il progetto sia accuratamente pianificato fra i partner, cercando di fare collaborare tra loro gli studenti sul TwinSpace, lo spazio sicuro dedicato al progetto, a cui solo i membri registrati possono accedere e in cui i docenti possono decidere quali pagine rendere pubbliche o mantenere private e visibili solo a chi collabora al progetto.

Qual è il vero successo di eTwinning?
eTwinning è una piattaforma di successo perché va incontro alle vere esigenze dei docenti, mettendo loro a disposizione una piattaforma sicura e agile, un ambiente dedicato ai docenti in cui trovare partner, partecipare a eventi, confrontarsi e formarsi. In aggiunta a questo, come ho già detto, ogni progetto ha uno spazio dedicato, sicuro per gli allievi e che consente ai docenti di organizzare le pagine seguendo la pianificazione e lo svolgimento delle attività e che offre la possibilità de comunicare e collaborare a tutti membri del team di lavoro.  


APPROFONDIMENTI

torna all'inizio del contenuto