Scuola Digitale e Innovazione

Scuola Digitale e Innovazione

La scuola al centro: finanziamenti contro la dispersione scolastica

240 milioni di euro per consentire le aperture pomeridiane e orari extrascolastici in circa 6000 scuole italiane, è l'obiettivo de "La Scuola al Centro", il bando del Miur per fronteggiare la dispersione scolastica e il disagio sociale offrendo agli studenti un arricchimento del percorso formativo.

Le scuole che si aggiudicheranno i finanziamenti dovranno garantire almeno 60 ore extra di potenziamento delle competenze di base e altre 60 ore per lo sport e l’educazione motoria.  

Vanno, poi, aggiunti quattro moduli da 30 ore ciascuno in coerenza con il Piano dell’offerta formativa che avranno come oggetto: il rafforzamento della lingua straniera, le competenze digitali, l’orientamento post-scolastico, la musica, il canto, l’arte, la scrittura creativa, il teatro, laboratori creativi e/o digitali per la valorizzazione delle vocazioni territoriali, l’educazione alla legalità e la cura dei beni comuni, la cittadinanza italiana ed europea. 

Previsti anche percorsi formativi e di inclusione in grado di coinvolgere i genitori e il territorio. 

Le scuole che intendono presentare la domanda, dovranno elaborare un progetto specifico con i requisiti contenuti nel bando entro il 31 ottobre 2016.

Sono previsti sino a 40 mila euro a progetto.

 

link di approfondimento:

La Scuola al Centro- Bando

Leggi tutto...

Maker Faire a Roma: appuntamento con l'innovazione

Dal 14 al 16 ottobre Roma sarà la sede della quarta edizione di "Maker Faire", l'evento sull'innovazione digitale più importante al mondo.   Maker Fire è il luogo in cui maker e appassionati di ogni genere si incontrano per presentare i loro progetti, condividere esperienze e scoperte.

La manifestazione ha origini americane, nasce  in California nel 2006 e, dopo neanche dieci anni, vanta ben oltre 150 eventi in tutto il mondo riuscendo a coinvolgere oltre 1,5 milioni  di visitatori.

L'edizione europea è organizzata da Innova Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per l'Innovazione. E' stato strutturato come un appuntamento dove scienza, fantascienza, tecnologia, divertimento e business si uniscono per dare vita  a qualcosa senza precedenti.

Ma non sono solo i professionisti gli unici beneficiari il "Maker Faire" attirare  anche  appassionati di scienza e tecnologia: si possono trovare invenzioni in campo scientifico e tecnologico, biomedicale, manifattura digitale, internet delle cose, alimentazione, clima, automazione e anche nuove forme di arte e artigianato.

La terza edizione di Maker Fire a Roma è risultata terza solo dopo gli eventi sportivi e le funzioni religiose della capitale con oltre 100.000 presenze, 452 progetti, 511  tra conferenze, live talk e workshop, 16 400 studenti, 8 000 bambini, 600 giornalisti che hanno prodotto una copertura mediatica di oltre 3.000 tra articoli e servizi televisivi.

Per l’edizione 2016 sono attese centinaia di progetti, idee e invenzioni di makers, startup, PMI innovative, scuole, università e Fab Laps da tutta l'Europa. In programma sono previste live performance, workshop, seminari, conferenze e molte altre sorprese per i più piccoli a cui sarà riservata un'Area Kids più grande e ricca di attività ludico-formative.

 

link di approfondimento:

Maker Faire

Leggi tutto...

“Animatori digitali lab”: formazione nuovi docenti

Con l'inizio dell'anno scolastico, grazie a un progetto siglato dal MIUR con Microsoft,è partito il piano di formazione alle nuove tecnologie destinato a trentamila docenti per favorire l'innovazione didattica nelle scuole. 

In questo ambito è stata lanciata la nuova iniziativa "animatori digitali lab" che formerà oltre 8.000 insegnanti destinati ad attuare il Piano Nazionale Scuola Digitale. 

I docenti formati seguiranno il processo di digitalizzazione all'interno delle proprie scuole per circa tre anni, organizzando attività, laboratori e individuando soluzioni tecnologiche nonché metodologiche. 

Microsoft ha assicurato il suo impegno a sostenere il processo di modernizzazione del sistema educativo italiano a fianco delle istituzioni, garantendo esperienze tecnologiche innovative a supporto del processo di educazione e apprendimento.  

 

Leggi tutto...

Schoolkit, una guida per la scuola digitale

Lo Schoolkit è un modello di istruzioni per sostenere dirigenti, docenti e la comunità scolastica interna nella progettazione e nell'attuazione delle azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Il Piano Nazionale Scuola Digitale è una politica complessa e articolata che deve valorizzare il sostegno della "comunità scolastica allargata" nella sua attuazione.

Gli Schoolkit possono essere considerati come un modo per fare emergere delle pratiche che fino ad ora sono rimaste nelle menti e nelle mani di chi innova la scuola e possono essere utilizzati  anche per valorizzare in maniera definitiva quello che si stavano acquisendo  un ruolo significativo all'interno dei percorsi formativi. Rappresentano, anche, una strategia del MIUR per coinvolgere la comunità  scolastica e acquisire il sostegno di partner esterrni alla scuola.

I produttori degli Schoolkit sono tutti coloro che ritengono di avere una pratica da condividere di cui possa beneficiare la comunità scolastica. Si possono immaginare tre tipologie di contributori:

  • MIUR che si impegna ad accompagnare con un modello di istruzioni semplici e concreti ogni bando e organizzativa che verrà organizzata sul Piano Nazionale Scuola Digitale;
  • Comunità scolastica che invia proposte di Schoolkit su attività innovative che sono state sviluppate con successo o problemi risolti;
  • I partner, istituzionali e privati, che si sono distinti per il loro sostegno alla comunità scolastica e che il MIUR coinvolge di volta in volta per aiutare ad accompagnare le scuole: AGID, Museo delle Scienze di Milano, Fondazione Mondo Digitale etc.

Ad oggi sono stati realizzati 13 SchoolKit che riguardano diverse aree della riforma Scuola Digitale. I destinatari sono i docenti, studenti e il personale ATA, tutti agenti che operano per il buon funzionamento della Scuola.

Gli  Schoolkit sono :  

  • Come fare manutenzione di macchine e attrezzature
  • Come animare (e innovare)  la scuola... a colpi di tweet!
  • Come progettare uno spazio alternativo per la didattica
  • Come progettare le aule aumentate
  • Come stimolare e manipolare impegno: creare "biglie" di lana
  • Come configurare un Laboratorio
  • Come organizzare attività di cooperative learning: il Jigsaw
  • Come scrivere il manifesto  d'utilizzo del laboratorio scolastico
  • Come organizzare un evento per le imprese: School-Challenge for real
  • Come progettare un atelier creativo
  • Come creare una classe al cooperative-learning
  • Come creare un archivio condiviso di materiali didattici
  • Come rendere le letture un volano educativo: la scuola in biblioteca

 

L'immagine è presa dal portale del MIUR

 

link di approfondimento:

schoolkit

Leggi tutto...

ScuolaTech: la didattica digitale per docenti e studenti

Il progetto ScuolaTech nasce a seguito del Piano Nazionale Scuola Digitale, che prevede per i docenti una formazione, anche, attraverso le nuove tecnologie digitali.

L'iniziativa ha l’obiettivo di supportare i docenti nel percorso dell’inclusione didattica digitale, promuovendo lezioni con il “metodo collaborativo” che consente di sviluppare le specifiche competenze degli studenti.

In questo ambito la Toshiba Digital Products & Services Italy ha presentato tre nuovi notebook, per aiutare gli studenti nello svolgimento dei compiti, garantendo un’ampia gamma opzionale di connettività.

Scuola Tech ha messo a disposizione anche diverse soluzioni software tra cui:

  • Teacher Mappe: consente di creare lezioni interattive su PC o su LIM con la costruzione di mappe concettuali e multimediali partendo dai contenuti dei libri digitali;
  • Study 500: permette di gestire lezioni che combinano comunicazione orale, ascolto, lettura e scrittura, permettendo agli insegnanti di monitorare un controllo continuo dal proprio PC del lavoro dei singoli studenti o dell’intera classe;
  • Didattica Cliccolo: una raccolta di esercizi multimediali e interattivi dedicati alla scuola dell’infanzia e a quella primaria.

 

Leggi tutto...

Biblioteche scolastiche innovative

Anche le biblioteche stanno cambiando. E' previsto dalle azioni del piano PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) il mutamento delle biblioteche in laboratori che saranno utilizzati per coltivare conoscenze, saperi, attitudini e abilità trasversali con l'utilizzo delle nuove metodologie didattiche

Il progetto prevede la promozione a livello locale delle biblioteche, che saranno centri di documentazione aperti al territorio e occasioni per favorire esperienze di scrittura e lettura con l’ausilio di tecnologie e del web

Sarà compito delle biblioteche garantire l'apertura della scuola al territorio con la possibilità di utilizzo di spazi e di risorse informative, cartacee e digitali anche al di fuori dell'orario scolastico, la promozione dell’educazione all'informazione e della letteratura e scrittura anche in un ambiente digitale e il contrasto della dispersione scolastica.

La proposta prevede:

  • l'individuazione di spazi specifici e disponibili all'interno dell'istituzione scolastica
  • la fornitura di attrezzature utili all'acquisizione e all'elaborazione di contenuti digitali
  • una componente progettuale specifica legata al miglioramento della visibilità e dell'uso della biblioteca scolastica
  • l'acquisizione e la messa a disposizione dei contenuti

 

link di approfondimento:

Biblioteche scolastiche innovative

Leggi tutto...

#iMiei10Libri, il concorso che promuove la lettura nelle scuole

Nell'ambito del Piano nazionale Scuola Digitale il Miur ha lanciato “#iMiei10Libri”, il concorso che coinvolge direttamente i ragazzi per individuare 10 libri che vorrebbero leggere e far leggere ai propri coetanei. Il progetto ha l'obiettivo di promuovere la lettura e incentivare il ruolo delle biblioteche scolastiche, formando lettori motivati e consapevoli.

L’iniziativa si rivolge agli studenti, dalla scuola primaria alle superiori; i ragazzi dovranno votare on line i loro libri preferiti, anche in formato digitale,  che successivamente andranno ad arricchire le  biblioteche dei loro istituti.

Sono previste due sezioni: 

  • "Generazione 2000. I contemporanei in classe" dedicata agli alunni delle scuole secondarie di I e II grado dove potranno essere indicati 10 titoli di autori italiani publicati dal 2000 ad oggi
  •  “#iMiei10Libri" dedicata agli alunni della scuola primaria che faranno la loro scelta tra 10 volumi della letteratura per l'infanzia e i ragazzi appartenenti alla cultura italiana o europea

Possono essere votati libri come: un classico, una sua rivisitazione contemporanea o un testo recente. 

Il voto viene espresso da ciascuna classe tramite una piattaforma informatica appositamente realizzata dal Miur. Ogni scuola riceverà sul proprio indirizzo email il codice di accesso per votare. 

I 10 titoli più votati saranno dati in dotazione a tutte le biblioteche scolastiche anche in formato digitale, per sostenere iniziative destinate alla promozione della lettura. 

E' possibile votare fino al 1° Dicembre 2016.

Per informazioni
tel.06.58492778 oppure 06.58493408 
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

link di approfondimento:

#iMiei10Libri

Leggi tutto...

Corso di formazione per la piattaforma GPU-INDIRE

Pubblicato sul portale Learning@Miur il corso destinato alla formazione del personale delle Istituzioni scolastiche per le candidature  della piattaforma GPU-INDIRE. 

L'iniziativa è volta a comunicare in maniera più semplice con le scuole per facilitare il loro lavoro.

Obiettivo è l’apprendimento di specifiche conoscenze e competenze relative alla presentazione delle candidature per la partecipazione al programma da parte del personale della scuola. Il corso si prefigge la divulgazione delle competenze necessarie ad assicurare il corretto utilizzo delle funzionalità per la presentazione delle candidature.

Il corso prevede 1,5 ore di formazione e autoistruzione e sarà  sul portale Learning@Miur dal 5 al 23 settembre 2016.

E' previsto il servizio di tutoring per tutto il periodo di fruizione attivo dalle 9 alle 18 dal lunedì al venerdì attraverso il forum riservato, la messaggistica di piattaforma e la casella di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata.

Per l’iscrizione è necessario collegarsi attraverso il portale SIDI alla piattaforma Learning@Miur e procedere in maniera autonoma all'iscrizione. 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - scuoladigitale@regione.liguria.it

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.