Scuola Digitale e Innovazione

Scuola Digitale e Innovazione

Schoolkit3: "Come rendere la letteratura un volano educativo: la scuola in biblioteca"

Il terzo Schoolkit è a cura di Cristiana Marcosano Dell'Erba, Laura Capogna, Loredana De Luca e Daniele Mancini dell'Istituto Comprensivo Antonio Rosmini di Roma.

I destinatari: docenti, DS, DSGA, Personale ATA, studenti, genitori, istituti scolastici, biblioteche del territorio, case editrici e librerie. È diretto a tutte le scuole di ogni ordine e grado.

L'obiettivo: realizzazione di un modello di biblioteca come centro di attività, di servizi e di funzioni dove viene data priorità al libero accesso, alla pluralità delle risorse disponibili unitamente alle iniziative che possano permettere uno sviluppo del pensiero critico. Si parla di biblioteca senza teca, di un luogo raccolto e confortevole dove la lettura diventa l'occasione d'incontro, piacere da condividere senza barriere tra alunni, docenti e genitori per creare delle nuove modalità d'ascolto e di dialogo.

Per la realizzazione di questo schoolkit sono previsti 4 step:

1)Progettazione: la comunità scolastica viene coinvolta secondo una modalità di progettazione partecipata, definendo una serie di azioni programmatiche:

  • individuazione degli spazi e del loro uso;
  • scelta delle raccolte;
  • aggiornamento della strumentazione digitale e dell'infrastruttura wi-fi;
  • gestione organizzativa interna e rapporti con il territorio;
  • pianificazione degli obiettivi annuali;

2)Sviluppare il legame tra processo educativo e ambiente della BS: all'interno della biblioteca ci dovranno essere diversi spazi di attività dove verranno distinti diversi ambiti funzionali:

  • aree di attività;
  • accoglienza- informazione;
  • biblioteca, videoteca, collezione CD e DVD;
  • aree di studio con possibilità di lavoro individuale e/o in piccoli gruppi;
  • spazio multimediale e accesso Internet;
  • area di proiezione e discussione.

3)Gestione: il team dei docenti pianifica l'accesso e la fruizione ai mercati cartacei e digitali, propone e condivide con il gruppo di lavoro le scelte sulle raccolte e sui materiali, coordina e documenta le attività attraverso il portale della biblioteca;

4)Visibilità e produzione digitale: biblioteca, materiali multimediali e attività devono essere documentati e pubblicati coerentemente. Il portale diventa, in questo modo, un centro di documentazione e produzione digitale e motore della lettura.

 

Il progetto prevede la programmazione di 4 azioni:

  • fase di progettazione con la partecipazione della comunità scolastica;
  • fase di allestimento della biblioteca riservata al team dei docenti;
  • fase di scelta, acquisto libri e catalogazione, riservata al team di docente e alla componente studentesca;
  • fase di promozione e di avvio, riservata al team di docenti e al gruppo di lavoro.

La foto è presa dal sito del MIUR

 

Leggi tutto...

Contro il caro libri? Dalla Sicilia “Book in progress”

Contro il caro libri arriva, dalla Sicilia, un progetto apri pista che sbaraglia e sorprende per la sua efficacia: un modello dal quale partire.

All'Istituto “Galileo Galilei” di Canicatti (AG), per alleggerire i costi relativi alla frequenza scolastica, è nato il progetto "Book in progress" che consiste nella realizzazione autonoma di testi didattici in formato digitale, e scaricabili gratuitamente da Internet.

Il progetto è rivolto agli studenti del biennio e prevede la realizzazione e consegna dei manuali per le materie di italiano, storia, geografia, scienze integrate, chimica, inglese, diritto.

 Un’iniziativa che anticipa e concretizza le disposizioni contenute nel Piano Nazionale Scuola Digitale.  

link di approfondimento:

www.galileicanicatti.gov.it

Leggi tutto...

IC Staglieno "incontra l'Europa"

L'Istituto comprensivo di Staglieno è tra le scuole protagoniste dell'incontro "Scuola Digitale in Liguria" (in programma martedì 4 ottobre presso la Sala San Salvatore di Genova), con una realtà consolidata che promuove da diversi anni progetti destinati alla conoscenza dell'Europa e alla creazione di un'identità comune. 
Laboratori, attività didattiche e ludiche coinvolgono in un progetto condiviso scuola, famiglie e territorio. 

"La scuola incontra l'Europa" è un'iniziativa didattica che ha l'obiettivo di rendere consapevoli gli studenti della loro doppia cittadinanza, dei loro diritti, e trasmettere i valori della democrazia sviluppando un senso civico di appartenenza a una comunità. 

 

Leggi tutto...

Scuola Digitale: l'incontro con le scuole liguri

Martedì 4 ottobre alle 14.30 nella Sala san Salvatore in piazza Sarzano, Regione Liguria incontra le scuole liguri per presentare strumenti e servizi del progetto Scuola Digitale Liguria.
Un appuntamento per condividere le modalità operative e pianificare i prossimi passi secondo un'azione partecipata.
L'evento segna l'avvio del Programma Strategico Digitale 2016-2018.
All'iniziativa saranno presenti tra gli altri l'assessore regionale alla Formazione e Cultura Ilaria Cavo, l'Amministratore Unico di Liguria Digitale Marco Bucci e i rappresentanti di diverse scuole genovesi che illustreranno le proprie esperienze innovative.

 

Link alla sezione:

Scuola Digitale Liguria 

Link di approfondimento:

Conferenza stampa di presentazione

 

Leggi tutto...

Erickson e le nuove idee per l'apprendimento scolastico.

Riviste, libri, software e servizi multimediali on line nel catalogo Erickson: nuovi strumenti analogici e digitali per un approccio inclusivo.
Da oltre un trentennio, le Edizioni Centro Studi Erickson svolgono un'attività editoriale e di formazione riconosciuta a livello nazionale: il catalogo 2016 propone un ventaglio di risorse per la scuola, con maggiore attenzione verso le difficoltà di apprendimento, per la didattica del recupero, del sostegno e svariate problematiche.

Per avvicinare anche i più piccoli a un uso consapevole delle tecnologie informatiche Erickson ha realizzato diversi software e strumenti multimediali utilizzabili a scuola con la LIM,  una soluzione originale che permette di unire la dimensione educativa e quella ludica.

Questo progetto sarà presentato ad ABCD il Salone Italiano dell’Educazione, dal 14 al 16 novembre 2016, presso i magazzini del Cotone di Genova..

Ecco alcune idee editoriali della proposta Centro Studi Erickson: 

  • Imparare divertendosi: esercizi divertenti per sviluppare, consolidare e facilitare gli apprendimenti di letto-scrittura, cognitivi e logico-matematici:
  • Leggere in un giorno, scrivere in un anno: imparare a leggere in un giorno e a scrivere in un anno è possibile, grazie a un metodo già applicato basato sull'uso di analogie e metafore per unire teoria, storia ed esercizi:
  • L'ortografia è un libro giallo: 5 quaderni innovativi per rafforzare le competenze ortografiche trasformandole in momenti d'apprendimento implicito e divertimento attivo;
  • I classici facili: i classici della narrativa diventano comprensibili anche ai bambini più piccoli, ad esempio "Il Piccolo Principe", "Pinocchio", "Il. Mago di Oz";
  • Tutte le regole in un astuccio: le regole più semplici e le più complessi in due formilari per facilitare lo studio della grammatica e della matematica.

 

link di approfondimento:

Edizioni Centro Studi Erickson

Leggi tutto...

Scuola Digitale: il bando per 25 percorsi didattici innovativi

Dal MIUR 4,3 milioni di euro per realizzare 25 percorsi didattici innovativi capaci di favorire lo sviluppo di competenze digitali e l'accompagnamento di attività di apprendimento degli studenti in maniera stimolante e attrattiva.
Si tratta di percorsi innovativi per modalità di fruizione, organizzazione dei contenuti, modalità di accompagnamento e valorizzazione dei risultati.

Un Bando che rende la scuola protagonista e capofila nella scrittura di questi percorsi per educare e aiutare i giovani ad affrontare le nuove sfide della cittadinanza digitale. E' un'occasione che consente di costruire una rete che includa scuole, università, imprese, enti di ricerca, associazioni per condividere e mettere a disposizione la propria esperienza e i propri strumenti. 

Le aree tematiche su cui dovranno lavorare le scuole sono:

  • diritti in Internet
  • educazione ai media e ai social
  • educazione all'informazione
  • Stem (sviluppo delle competenze digitali per la robotica educativa, making e stampa 3D, Internet delle cose)
  • big e open data
  • coding
  • arte e cultura digitale
  • educazione alla lettura e alla scrittura in ambienti digitali
  • economia digitale
  • Imprenditorialià digitale

Per partecipare le scuole devono costituirsi in rete e formare partenariati innovativi con la realtà esterna. I contenuti e i materiali dei curricoli proposti devono essere rilasciati in formato aperto in modo da renderne possibile il pieno utilizzo e il potenziale riuso, senza costi aggiuntivi di fruizione e riutilizzazione. 

Il Ministero prevede un contributo sino a 170.000 euro  per la realizzazione di ciascun curricolo digitale.

Per partecipare occorre presentare la domanda entro le ore 13 del 10 novembre 2016, secondo le modalità previste dal bando.

Il Ministero metterà a disposizione delle scuole sessioni di live streaming, Faq e Kit di supporto sul sito http://www.istruzione.it/scuola_digitale per sostenere la loro partecipazione al bando.

link di approfondimento:

Il Bando

Leggi tutto...

Alternanza scuola e lavoro, una realtà concreta in Liguria Digitale

Per 9 ragazzi  dell Majorana server e siti non hanno più segreti: nell'ambito delle prime azioni previste per il Progetto Scuola Digitale, si è conclusa, in Liguria Digitale, la prima fase di sperimentazione aziendale che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto Tecnico Giorgi-Majorana. I giovani selezionati, tutti iscritti all'indirizzo informatico, hanno conosciuto i vari ambiti in cui agisce l'azienda dalla comunicazione al laboratorio software, maturando un esperienza in base alle loro competenze e ai loro interessi . Questo percorso formativo si concluderà entro il mese di settembre con l'acquisizione delle competenze digitali utili al loro ciclo di studi ma soprattutto fondamentali per l'inserimento nel mondo del lavoro.

Liguria Digitale ha anche sottoscritto un accordo di programma con l’Università degli Studi di Genova, che ha già consentito di attivare tirocini semestrali sia curriculari sia extra curriculari. Obiettivo di quest’attività è accompagnare i giovani verso il mondo del lavoro attraverso percorsi mirati che da un lato ne consolidino le conoscenze e dall'altro li preparino al lavoro in azienda.

Queste due iniziative raccolgono le indicazioni contenute nel Piano Nazionale Scuola Digitale (PnSD), e creano le basi per la realizzazione di nuovi scenari all'interno dell'offerta formativa e professionale della Regione Liguria, con un approccio metodologico innovativo.

 

 

Leggi tutto...

Schoolkit2: Come animare (e innovare) la Scuola...a colpi di tweet!

Il secondo Schoolkit è ideato e curato da Stefania Bassi, animatrice digitale dell'Istituto Comprensivo C.A.Dalla Chiesa di Roma. I destinatari sono  docenti, il team innovazione e gli studenti ed è  diretto a tutte le scuole di ordine e grado.

In questo modello vengono offerti suggerimenti sulle azioni utili per animare una scuola che sia condivisa anche sui social, sui passaggi per andare oltre il sito istituzionale dell'Istituto e sperimentare nuove modalità comunicative dando voce ad alunni, insegnanti, classi e plessi per raccontare la scuola su diversi account Twitter.

Il progetto mira a costruire e rafforzare una rete di collaborazioni e non necessita di una parternship pregressa per la sua realizzazione.

Per partecipare sono stati previsti 10 step:

  • 1) Cominciare a curiosare
  • 2) Sperimentare in modalità sandbox
  • 3) Aprire un canale di scuola condiviso 
  • 4) Puntare sulle risorse umane
  • 5) Ricordare che la fantasia è più importante della tecnologia
  • 6) Organizzarsi per animare l'account
  • 7) Raccontarsi con stile
  • 8) Cinguettare per partecipare
  • 9) Educare al tweet consapevole
  • 10) Illuminate&Illuminatevi
Leggi tutto...

Scuola digitale: un processo in piena evoluzione

A un anno dalla partenza  del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD),  il sistema educativo italiano sta vivendo un processo di cambiamento non solo negli spazi di apprendimento ma, soprattutto, nella  relazione insegnante-studente, grazie all'introduzione delle nuove tecnologie.

Sono  19 le azioni partite sulle 35 programmate dal progetto nazionale,  grazie a uno stanziamento di un miliardo di euro da parte del Governo. Tra i progetti avviati  la "fibra a banda larga per ogni scuola", attivata in 700 comuni di Abruzzo, Lombardia, Sardegna, Toscana, Lazio, Calabria, Marche e Puglia.  Per gli ambienti digitali sono stati presentati 138 milioni per finanziarie 5983 scuole mentre per i laboratori territoriali sono stati destinati 60 iniziative per un massimo di 750 mila euro a progetto.

Le azioni, non sono solo destinate direttamente agli studenti: 235 milioni di euro sono stati stanzianti per la formazione del personale per un piano organizzato in tre fasi; il progetto, iniziato nel marzo 2016, terminerà con i moduli di approfondimento nel giugno 2017. Ad oggi è stata avviata la formazione di  157mila tra  docenti, dirigenti e personale tecnico-amministrativo. Tra le attività più interessanti  troviamo l'animatore digitale che supporta le azioni del PNSD. Sono stati nominati, finora, 8300 animatori digitali e molti altri si stanno formando.

Ma non sono tutte rose e fiori. Sulla formazione  nascono i primi dubbi, e qualche difficoltà dovuta alla formazione del personale, ma come si sa si tratta di un processo appena partito e in piena evoluzione. 

L'anno scolastico 2016-2017 sarà il banco di prova del piano, e dal Miur trapela che la creazione a settembre di un Osservatorio sulla Scuola digitale darà una marcia in più al cammino del piano nazionale.

 

Leggi tutto...

Schoolkit: Come fare manutenzione di macchine e attrezzature

Ecco il primo modello di Schoolkit,una sorgente di istruzioni per accompagnare le scuole nell'attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Il primo Schoolkit, "Come fare manutenzione di macchine e attrezzature",  è  prodotto da partner istituzionali o privati ed è destinato ai docenti, al personale ATA e agli studenti. È diretto a ogni scuola di ogni ordine e grado.

È importante nella progettazione di un nuovo laboratorio funzionale non trascurare gli aspetti che riguardano la manutenzione della attrezzature e dello spazio. Molte volte si tende a sottovalutare l'entità della spesa facendo emergere troppo tardi la difficoltà di poter mantenere un laboratorio funzionale. Molte aziende produttrici di macchinari forniscono spazi dedicati dove ci si può iscrivere per scambiare con gli altri utenti informazioni, suggerimenti e aggiornamenti. Anche l'organizzazione in gruppi di insegnanti con laboratori simili può aiutare a condividere e risolvere molti problemi legati al contesto specifico di utilizzo dei macchinari.

I  genitori si possono partecipare e aiutare la scuola volontariamente nel funzionamento dei laboratori, pensando un coinvolgimento sia nella manutenzione che nell'organizzazione di attività didattiche.

Per la realizzazione dello Schoolkit occorre:

  • scegliere un responsabile che sia in grado di svolgere attività di manutenzione ordinaria e che sia capace di effettuare buona parte della riparazioni "semplici"
  • scegliere le attrezzature considerando anche affidabilità e manutenzione, consigliando di verificare che i produttori siano in grado di offrire un servizio adeguato di assistenza tecnica e di formazione
  • conservare e divulgare i manuali d'istruzioni, i quali sono risorse fondamentali per preservare l'efficienza delle macchine e per utilizzarle seguendo delle norme di sicurezza adeguate
  • scrivere il regolamento
  • tenere pulite e in ordine le attrezzature
  • anche i pc e i tablet sono macchine

Sono anche previsti degli interventi di manutenzione  che si dividono in:  

  • manutenzione ordinaria: esecuzione delle procedure specificate all'interno del libretto d'uso e dell'apparecchiatura che possono essere eseguite dall'operatore per assicurare il corretto utilizzo dell'attrezzatura;
  • manutenzione straordinaria: interventi eseguiti in seguito al verificarsi di inconvenienti non prevedebili e che normalmente sono realizzati da tecnici specializzati
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - scuoladigitale@regione.liguria.it

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.